Scuola: Dove finisce il contributo volontario deii genitori?

 SCUOLA: DOVE VA A FINIRE IL

 

CONTRIBUTO VOLONTARIO DEI GENITORI?

Una raffica di domande sul contributo volontario e sul ruolo dei genitori a scuola: ecco la reazione più immediata all’incontro “Bilancio delle scuole: tutto quello che avresti voluto sapere…” che gli esperti dell’A.Ge. Toscana hanno tenuto ad Arezzo in collaborazione con la Consulta Provinciale dei Genitori.

I genitori non hanno chiaro che il contributo è volontario e che nessuno può pretendere nulla da loro nella scuola dell’obbligo, a parte la quota assicurativa –afferma Rita Manzani Di Goro, presidente dell’associazione genitori A.Ge. Toscana- inoltre le famiglie hanno diritto di sapere come vengono utilizzati i loro soldi. Il suggerimento che abbiamo dato e che molti presidenti dei Consigli d’istituto hanno accolto con favore è stato quello di deliberare
i criteri di utilizzo del contributo volontario, finalizzandolo alle attività didattiche. In questo modo i genitori contribuiscono volentieri a tutto vantaggio della qualità dell’offerta formativa”.


Per rispondere alle tante richieste giunte dalle varie province della Toscana sono stati organizzati due nuovi incontri su “Il Bilancio delle Scuole visto dai genitori” a PISTOIA presso l’IPSIA “A. Pacinotti”, Corso A. Gramsci 71, martedì 2 febbraio dalle ore 17 alle ore 19 e a FIRENZE presso l’I.T.T. “Marco Polo”, Via S. Bartolo a Cintoia 19/a, venerdì 5 febbraio dalle ore 17 alle ore 19, nel corso dei quali saranno distribuiti materiali informativi.

 

L’A.Ge. Toscana mette inoltre a disposizione un servizio gratuito di consulenza, cui si può accedere inviando un quesito ad agetoscana@age.it, e la guida al Programma annuale 2010 pubblicata sul sito www.agetoscana.it nella rubrica Speciale Bilancio delle scuole.

agetoscana@age.it  www.agetoscana.it  328 8424375

Scuola: Dove finisce il contributo volontario deii genitori?ultima modifica: 2010-02-01T08:54:00+01:00da techla
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento